Siamo arrivati a fine anno e, come da tradizione, è arrivato il momento di spaparanzarsi in poltrona e fare il punto sulla stagione di Formula 1 appena conclusa. Si tratta di un appuntamento imperdibile per comprendere cosa ci siamo persi durante l'anno e riciclare il tutto durante le elucubrazioni festive davanti al caminetto, mentre la glicemia e il colesterolo staranno decollando verso l’infinito e oltre...il tutto con la terza fetta di pandoro affogato nel mascarpone durante il cenone di fine anno in stile “Napoli milionaria”.

Mancano ormai soltanto poche ore alla conclusione del 2017, un'annata capace di regalare forti emozioni a tutti gli appassionati di motorsport. Emozioni rese possibili grazie alle gesta dei piloti, da sempre interpreti sublimi e invidiati nell'arte di portare al limite il proprio mezzo. Dalla Formula 1 sino al Mondiale Rally, abbiamo quindi deciso di realizzare una particolare classifica scaturita dai voti emessi dai membri della nostra redazione, cercando di individuare la top ten di piloti che nel corso della stagione sono stati capaci di esaltare il proprio talento. Una graduatoria trasversale e per certi versi azzardata, ma forse per questo motivo ancora più bizzarra e interessante. Andiamo dunque a vedere cosa ne è uscito, per celebrare nel migliore dei modi i campioni a quattro ruote.

Se ne dicono tante di baggianate attorno alla Formula Uno, su questo non ci sono dubbi. Alcuni fanno richieste assurde, altri proposte che non servono a nessuno, e chi più ne ha più ne metta. Ma proprio quando si crede che peggio di così non possa andare, ecco che ci pensa la stessa Liberty Media a sollevare un polverone completamente non pertinente alla causa dello spettacolo: Grid girl si, alternanza con Grid man, oppure rimanere in griglia con solo Alvaro Vitali a passeggio fra le vetture?

Caro Babbo Natale,
come avrai notato dall'intasamento della tua casella postale, è arrivato quel periodo dell'anno in cui ti vengono recapitate letterine scritte da bambini di tutto il mondo e, come in questo caso, da un infante un po' cresciuto che lungo la strada è diventato tifoso dello sport motoristico nella sua espressione più affascinante (la Formula 1) e non trova niente di meno abusato della missiva natalizia per incanalare frustrazioni passate con aspettative future. Perdona la palese mancanza di originalità nel mezzo e sopporta pazientemente queste righe sgrammaticate, visto che per una giornata intera tu ti puoi permettere di fare tempi pazzeschi a bordo di una slitta trainata da renne (presumibilmente dopate), mentre chi ti scrive si ritrova sempre il giro buono rovinato dal traffico dell'ora di punta.

Il 29 dicembre può rappresentare un giorno come tanti altri nel mare magnum delle festività natalizie, terzultimo di un anno reso positivo o negativo, a seconda dei casi, dalle varie dinamiche che hanno accompagnato il nostro vissuto quotidiano. Per altri invece rappresenta una giornata cupa, triste, assolutamente da cancellare in calendario, in cui la memoria non può non tornare a ciò che accadde esattamente quattro anni fa nella tarda mattinata sulle nevi di Meribel.

Caro Babbo Natale, siccome anche quest’anno noi di LiveGP pensiamo di essere stati buoni, abbiamo deciso di scriverti la nostra letterina per chiederti qualche regalino. Ci auguriamo che tu possa leggerla ed esaudirla velocemente insieme ai tuoi elfi senza doverla mandare “under investigation”, altrimenti rischiamo di ricevere i nostri doni quando ormai la loro necessità diventerà inutile (ogni riferimento a persone o fatti realmente accaduti, è puramente casuale)…

No, no e poi no (e non inseriamo dei "bip" solo perché siamo sotto Natale). Questo in Rai non ce lo dovevano fare. Per chi non l’avesse ancora capito leggendo il titolo, ci stiamo riferendo a quello che la TV nazionale ha “scelto” di fare in queste ultime ore: i vertici dell’emittente, infatti, hanno deciso di mollare completamente la Formula Uno per la prossima stagione 2018, non trasmettendo praticamente niente del nostro sport preferito ed infischiandosene dei milioni di appassionati italiani che pagano il canone. Il tutto, per dare spazio ad altre contestabilissime programmazioni.

Altri articoli...

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies