Nel tramonto del deserto si profila un altro capitolo del duello tanto atteso tra Ferrari e Mercedes. Una vittoria a testa finora per le due squadre più in forma del momento e chi riuscirà a prelevare in Bahrain imprimerà la prima - anche se minima - direzione che prenderà il campionato. In attesa di verificare lo stato di forma di una Red Bull apparsa in recupero in Cina ma ancora lontano dai migliori, l'uomo del giorno non può che essere Ferando Alonso, dopo l'annuncio che lo vedrà assentarsi idal Gran Premio di Monaco per misurarsi con la 500 miglia di Indianapolis.

Nella conferenza stampa del giovedì a Shanghai grande spazio alla Ferrari, presente con entrambi i piloti. Dopo il successo in Australia c'è grande attesa per capire cosa succederà su questa pista, così diversa da Melbourne e così indicativa per il futuro del campionato e la sfida con Mercedes. E uno dei protagonisti di giornata è stato proprio Antonio Giovinazzi, che alla sua prima conferenza stampa ha catalizzato l'interesse dei media...

Di lui si è parlato molto durante i test svoltisi a Barcellona, in primis per la nuova funzione di Head of Car Racing Pirelli che andrà a ricoprire a partire da questa stagione. Eppure, Mario Isola ormai da anni rappresenta un volto familiare quando si parla di una delle componenti più dibattute e controverse della Formula 1 moderna: le gomme. Lo abbiamo incontrato proprio nel paddock del circuito catalano, per cercare di capirne di più sulle novità che dovremo attenderci da un'annata che si preannuncia ricca di incognite e nuove sfide da affrontare non solo per scuderie e piloti, ma anche per lo stesso fornitore di pneumatici.

Una gran folla accompagna come sempre (e qui in Spagna in modo particolare) le prime dichiarazioni di Fernando Alonso in questa seconda sessione di test a Barcellona. L'asturiano è deluso dai risultati e non potrebbe essere altrimenti, all'inizio di una stagione che doveva segnare il riscatto per la Honda, ma che ancora prima di iniziare sembra già essere segnata. Il pilota spagnolo come sempre non le manda a dire, e ha parlato apertamente dei problemi e della frustrazione circa il rendimento di una McLaren che ha stupito tutti, ma solo in negativo.

Nel giovedì di Melbourne piloti in azione per ora ancora soltanto a parole, e pronti ad animare la conferenza stampa pre-gara, la prima di questa nuova stagione ricca di aspettative e curiosità. Vettel, Ricciardo, Hamilton e Alonso i prescelti per parlare durante il primo round del nuovo sistema che da quest'anno caratterizzerà l'incontro con la stampa del giovedì. Un apuntamento partivolarmente atteso anche per conoscere le sensazioni dei protagonisti a poche ore dall'accensione dei motori.

Giornata di test decisamente positiva in casa Ferrari, quella appena conclusasi sul tracciato catalano del Montmelò. La Rossa ha chiuso con dei riscontri positivi sia sotto il profilo della prestazione assoluta (stabilendo il miglior tempo con Sebastian Vettel in 1:19.024) che per quanto riguarda la simulazione di gara, portata a termine con successo dal pilota tedesco. Dopo i piccoli intoppi accusati ieri con Raikkonen, il lavoro è proseguito nel box di Maranello secondo il programma previsto: ben 155 le tornate percorse oggi, a conferma di una monoposto solida oltre che competitiva.

La sua carriera, fino a questo momento, potrebbe essere paragonabile ad un vero e proprio viaggio sulle montagne...russe. Un continuo saliscendi, con ripide impennate seguite da altrettanto vertiginose discese. Il tutto alla velocità della luce, visto che la sua ascesa nell'olimpo della Formula 1 è stata quanto mai precoce. Eppure, Daniil Kvyat di tutto questo sembra ormai non curarsene: ha imparato a guardare avanti ed andare dritto per la sua strada, mettendosi alle spalle una stagione (quella 2016) che avrebbe messo kappaò anche un toro.

Altri articoli...

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies