È stato un weekend trionfale per l’automobilismo tedesco, quello cinese del WTCR svoltosi sul tracciato cittadino di Wuhan: a dominare la scena sono state le Audi con l’intromissione della Volkswagen Golf. In Gara-2 vittoria per Bennani (Golf) seguito dalla Peugeot di Comte e l’Audi di Berthon, mentre Gara-3 ha visto l’intero podio occupato dai piloti della casa dei quattro anelli: vittoria per Shedden seguito da Vervisch e Dupont. Ancora a punti l’Alfa Romeo By Ferraris di Ceccon ottavo nell’ultima manche.

Si apre con una sonora vittoria dell’Audi il secondo weekend cinese del WTCR. A trionfare sul circuito cittadino di Wuhan è il campione in carica della TCR International Series Jean-Karl Vernay. La vittoria del francese non è mai stata messa in discussione; a seguire Oriola, su Leon Cupra, e Shedden sull’Audi gemella. Bella prestazione dell’Alfa Romeo by Ferraris, settima con il nostro Kevin Ceccon.

Dopo oltre due mesi il WTCR riaccende i motori e lo fa in suolo cinese, sul circuito di Ningbo. Anche dall’altro capo però del mondo la musica non cambia, con la Hyundai e la Honda a farla da padrona nella prima gara del week-end. Affermazione schiacciante e mai in discussione per il campione WTCR Thed Björk, seguito da Esteban Guerrieri (Honda) e Frédéric Vervisch (Audi), che completano così il podio.

È stato un weekend, per il WTCR, che ha dispensato poche emozioni su di un circuito cittadino stretto e tortuoso. Ad aumentare l’incertezza, l’introduzione per il secondo anno del Joker Lap, che ha modificato la sorte di molti piloti soprattutto nella terza Manche. La gara-1 ha visto un maxi tamponamento al via ed ad uscirne indenne, nonché vincitore, è stato Yvan Muller seguito da Guerrieri e Oriola; la seconda frazione, decisamente più monotona, ha portato il primo successo ad Homola, incalzato da Muller e Oriola. L’ultima manche ha visto come reale protagonista la Safety Car, intervenuta ben tre volte, ma a dominare la gara c’ha pensato Björk seguito dal duo BRC Tarquini  Michelisz.

Non cambia la musica anche nemmeno nella giornata di domenica del WTCR, in cui a dare una dimostrazione di forza sono ancora le due Hyundai di casa Yvan Muller Racing. A vincere gara-2 ci pensa il “proprietario” Muller, seguito dalla Golf di Bennani e da un Guerrieri (Honda) sempre pronto ad approfittarne di ogni evenienza, sfortunatissimo il suo team-mate Ehrlacher. La seconda manche di giornata vede nuovamente trionfare il poleman Björk, seguito dalla Hyundai BRC di Tarquini, nuovamente leader di campionato, e dall’Audi di Dupont.

La trasferta in Slovacchia sorride al tricolore segnando il ritorno alla vittoria di Gabriele Tarquini e l’entrata in zona punti per le Alfa Romeo Giulietta By Romeo Ferraris sia con il più esperto Giovanardi che con il debuttante Kevin Ceccon. Gara-1 ha visto il dominio da parte della Cupra di Oriola seguito da Jean Karl Vernay e Tarquini. Seconda manche con vittoria del nostro Tarquini incalzato da Nagy e Muller. Terza gara vinta in maniera perentoria da Michelisz seguito da Comte e Vervish.

La tappa olandese del WTCR è stata terra di conquista per i transalpini: tutte e tre le gare svoltesi a Zandvoort hanno visto sul gradino più alto del podio il vessillo francese. Addirittura, nella seconda manche, a trionfare è stato un binomio tutto francese con la prima vittoria della Peugeot 308. Nella prima gara la vittoria è andata ad Ehrlacher con la Honda seguito da Comte e Huff; Gara-2 alla Peugeot di Comte con paggetti i due del Münnich Motorsport Ehrlacher e Thompson. Terza manche ad appannaggio dell’audi di Jean Karl Vernay, secondo Huff e terzo Vervisch.

Altri articoli...

Ascolta Radio LiveGP

LiveGP Communication

Advertisement

Utilizziamo i cookies in questo sito per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Cliccando su qualsiasi collegamento di questa pagina ci darai il tuo consenso per utilizzare i cookies