lmdh

L’IMSA WeatherTech SportsCar Championship potrebbe disputare due gare a week-end per compensare le prove che fino ad ora sono state annullate. Si fa strada tra gli organizzatori dell’IMSA WTSC la possibilità di recuperare le gare cancellate dall’espansione del Covid – 19 con dei double – header.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Dopo la definitiva cancellazione del GP di Long Beach, evento predisposto come terzo atto della stagione, e la sospensione dell’appunrtamento di Mid – Ohio, IMSA cerca una soluzione per mantenere nel calendario le 12 competizioni previste. 

A differenza della IndyCar Series, categoria che ha nel proprio calendario il doppio round di Detroit, la principale serie IMSA non prevede due corse per fine settimana. L’ultima volta che una categoria dell’International Motor Sport Association impiegò un sistema del genere fu nel 2014, anno in cui l’IMSA Prototype Challenge disputò due corse sprint nel Kansas Speedway.

Alcuni team sembrano favorevoli

“Sarebbe una vittoria”: c’è soddisfazione nelle parole da parte di Peter Baron, il boss del Starworks Motorsport. Baron, insieme Wayne Taylor e Mike Shank, rispettivamente al timone dei due omonimi team, sono favorevoli alla soluzione che potrebbe realizzarsi.

Wayne Taylor ha evidenziato come anche il fine settimana di Belle Isle potrebbe essere a rischio. L’isola di Detroit, sede da anni di IndyCar ed competizioni prototipi, potrebbe perdere la propria competizione come accaduto a Long Beach.

2Penso che dovremmo attendere verso giugno prima di rivedere una corsa e che ci attende una grande mole di lavoro da giugno a fine anno”. Taylor prosegue il suo discorso sostenendo come l’evento di Long Beach potrebbe essere recuperato a Laguna Seca, tracciato che ospita il penultimo atto stagionale ed è vicino alla cittadina di Long Beach..

Shank, in pista nella classe GTD con due Acura, ha mostrato grande soddisfazione per questa proposta. Mike Shank ha anche messo sul tavolo l’ipotesi di programmare un secondo round a Daytona. L’idea di Shank nasce dalla vicinanza tra Daytona e Sebring, evento conclusivo del campionato dopo lo slittamento a novembre della 12h.

Due gare a week-end, ma su che pista?

Due gare a week-end risolverebbero i problemi legati alle cancellazioni del Covid – 19. Una doppia prova su un determinato tracciato potrebbe però avvantaggiare una determinata vettura.

Ad evidenziare la questione ci ha pensato il già citato Baron. Il proprietario del Starworks ha affermato come la soluzione ideale sarebbe quella di un “tracciato neutro”, fondamentale per non recare un danno a nessuno. Una location ipotizzata da Baron è quella di Road America, tracciato molto più “equilibrato” rispetto a Daytona o Laguna Seca.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.