Al Nurburgring si conferma l’Audi con Frijns che ha ottenuto la vittoria in gara-1 e la terza in questa stagione del DTM. La corsa è segnata dall’ingresso di tre safety car.

Nelle qualifiche di gara-1, Rast ha beffato Frijns per la Pole, dopo che queste sono state fermate da una bandiera rossa.

Alla partenza, Frijns ha subito preso la testa della gara, mentre Rast si è dovuto difendere dagli attacchi di Muller e di Wittmann.

Frijns ha accumulato un secondo di vantaggio, quando la prima safety car è entrata in pista per il doppio contatto tra Glock e Duval.

La vettura di sicurezza è rientrata dopo due giri, con Frijns che è riuscito a mantenere la prima posizione.

Dietro di loro, Muller è stato colpito da Green; questo contatto lo ha fatto girare e retrocedere di diverse posizioni.

Questo contatto tra le due Audi, ha permesso a Wittmann e Eng di salire in terza e in quarta posizione.

Al 16° giro è entrata la seconda safety car, dopo che Duval ha bloccato le ruote della sua Audi ed è finito contro le barriere. Il pilota è riuscito a tornare in pista e riprendere la sua gara da doppiato.

Alla ripartenza, Frijns ha mantenuto la testa della gara, mente Wittmann ha superato Rast per la seconda posizione.

Dopo pochi giri, la safety car è ritornata in pista, poiché la vettura di Scherer è stata colpita da quella di Auer e centrata da quella di Duval.

Entrambe i due piloti si sono dovuti ritirare dalla corsa.

Alla terza ripresa della gara, Frijns ha di nuovo recuperato il proprio vantaggio, mentre Rast ha superato Wittmann.

Frijns ha vinto la gara davanti a Rast e Wittmann, che ha ottenuto così il terzo podio in questa stagione DTM.

Muller ha recuperato diverse posizioni e ha terminato la gara in quinta posizione.

Robert Kubica termina la sua gara in 13° posizione, dopo un drive through per non aver rispettato la procedura di ripartenza.

Chiara Zaffarano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.