Trofeo Super Cup - Misano

E’ stato un week-end vibrante e all’insegna dello spettacolo quello andato in scena sul Misano World Circuit ‘Marco Simoncelli’, con il Trofeo Super Cup che ha dato vita al terzo appuntamento della stagione 2019. In un fine settimana caratterizzato dalla presenza in pista del FIA Truck European Championship, i protagonisti del campionato organizzato da Giordano Giovannini hanno sfidato anche la pioggia caduta nel corso delle due manche, con l’ennesimo ‘sold-out’ di presenze che ha visto contemporaneamente in pista la presenza di quasi 50 vetture.




Ad imporsi nella graduatoria assoluta in gara-1 è stato Federico Scionti, capace con la sua Bmw M3 E46 di mettersi alle spalle le Seat Leon Cup di Claudio Formenti e di Alfredo Di Cosmo, con Mario Beltrami in vetta alla Seconda Divisione davanti alle altre Clio di Massimo Billo e Walter Lilli. Analoghe condizioni di asfalto bagnato si sono verificate anche nel corso della seconda manche, dominata dalla Super Mitjet di Max Pigoli che ha preceduto la Honda Civic di Ettore Carminati e il compagno di squadra Alberto De Ambroggi, mentre la Seconda Divisione ha registrato il trionfo di Walter Lilli su Armando De Vuono e Marco De Dominicis.

PRIMA DIVISIONE. A scattare dalla pole position nella prima manche è stato Max Pigoli, il quale nelle prime battute è entrato in collisione con Carminati, rientrando poco dopo ai box per il ritiro. Ad approfittarne è stato così Federico Scionti, il quale (pur dovendo scontare a fine gara una penalità di 25” per sorpasso in regime di Safety Car) è riuscito a conquistare il successo precedendo un ottimo Claudio Formenti, al via con la Leon Cup della Six Engineers. A completare il podio dell’assoluta Alfredo Di Cosmo, capace di precedere la BlackM di Mauro Cesari e la Mini Cooper di Luca Rossetti, con il pilota umbro che è riuscito quindi ad imporsi nella Turismo 3 nei confronti di Manuel Stefani ed Eliseo Cruciani. Positivo il sesto posto assoluto del giovane Matteo Leone al volante dell’Alfa Romeo Giulietta 1.8 Turbo, con Carminati, Palmisano, Fantilli e lo stesso Stefani a completare la top ten. Nella 2.0 Special, Arturo Pucciarelli ha preceduto l’altra vettura del Sesa Racing affidata a Sergio Borsini, mentre Francesco Malvestiti e Stefano Quercioli si sono imposti rispettivamente tra le Mitjet e nella Turismo 2.

La seconda manche, partita come la precedente alle spalle della Safety Car per via dell’asfalto reso insidioso dalla pioggia, ha visto il pronto riscatto di Max Pigoli, capace di dominare sino alla bandiera a scacchi nonostante la fase di neutralizzazione resasi necessaria per rimuovere la Mitjet di Andrea Mainetti. Alle sue spalle si è confermato su alti livelli Ettore Carminati, mentre sul terzo gradino del podio è salito l’altro portacolori del Butti Motorsport, Alberto De Ambroggi. Nella graduatoria delle classi fino a 2.0, Arturo Pucciarelli ha preceduto la Mitjet di Malvestiti, mentre nella Turismo 1 Formenti (quinto assoluto sotto la bandiera a scacchi) ha avuto la meglio nei confronti di Fiorello Fiore e Fausto Flavi. Nella Turismo 2, Stefano Quercioli è stato costretto alla resa dopo un contatto nelle fasi iniziali, favorendo il successo di Michele Braccioni (Scuderia Città di Gubbio), mentre la Turismo 3 ha registrato un nuovo successo di Luca Rossetti, capace di precedere le Clio di Stefani e Rizzo.

SECONDA DIVISIONE. Grande bagarre anche nella classifica riservata alle vetture di piccola e media cilindrata, resa ancora più incerta ed appassionante grazie alle variabili condizioni meteo. In gara-1, dominio da parte delle Renault Clio con Mario Beltrami che ha avuto la meglio nei confronti di Massimo Billo e Walter Lilli al termine di un acceso duello. Soddisfazioni anche per Gianfranco Billo, capace di precedere nella Turismo 4 la Civic di Michele Febbraro e la Corolla di Giuseppe Iuorio, mentre nella Turismo 7 si è imposto Tonino Scocco davanti alle altre Peugeot 106 di Alessandro Malavolta e Matteo Sbei, in una gara chiusa con la bandiera rossa per la presenza di olio in pista.

La seconda manche ha riproposto un copione simile a quella precedente, con il gruppone della Clio RS Cup a dominare i primi posti della classifica assoluta: l’unica eccezione è stata rappresentata dalla Bmw M3 di Armando De Vuono, giunto secondo alle spalle di un Walter Lilli in formato-super. A completare il podio nell’assoluta la New Clio di Marco De Dominicis, mentre Mario Beltrami ha chiuso il suo ottimo week-end con la terza piazza nella Clio RS Cup. Nella Turismo 4, Gianfranco Billo ha gettato alle ortiche un possibile successo insabbiandosi nel finale di gara, consentendo così a Giuseppe Iuorio di conquistare la vetta di categoria davanti a Febbraro. Tonino Scocco ha bissato il successo di gara-1 nella Turismo 7 davanti a Malavolta e Re, mentre l’esperto Duilio Frosinini si è imposto nella classe Bmw 318 Racing Series con la vettura schierata da Walter Colacino.

Giordano Giovannini (Promoter Trofeo Super Cup): “E’ stato un fine settimana straordinario, nel corso del quale siamo stati più forti anche del…maltempo. Le gare sono state estremamente combattute, ma nonostante un numero così elevato di vetture presenti contemporaneamente in pista, tutti i piloti hanno dimostrato grande attenzione e spirito di correttezza. Siamo orgogliosi del fatto che ben 42mila spettatori nel corso del week-end abbiano potuto apprezzare il nostro campionato: si tratta per noi di una grande spinta che ci regala ulteriore fiducia ed entusiasmo in vista delle sfide future!”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.