Maverick Viñales chiude con il botto questo giorno di test della MotoGP con il miglior tempo di 1:58.897, segnato all’ultimo tentativo disponibile. Si conclude così il secondo giorno di test a Sepang dei tre previsti. Programma identico a quello di ieri: 8 ore di lavoro, dalle 10 alle 18 locali (dalle 3 alle 11 ora italiana).

Il pilota Yamaha è l’unico a scendere sotto il muro dell’1:59 dopo aver compiuto 63 giri di pista, con un vantaggio di 0.527 da  Alex Rins. Secondo miglior tempo segnato infatti dal pilota Suzuki (1:59.424), che oggi ha montato sulla moto delle ali più squadrate. Il team ha visto confermati i buoni progressi portati avanti la scorsa stagione. Il Team Manager Suzuki, Davide Brivio ha precedentemente affermato: “Rins leader? E’ diventato il capitano della squadra, sta facendo bene, siamo stati veloci ieri e anche oggi sta svolgendo buoni giri. Anche Mir, nonostante sia un debuttante, sta provando nuovi elementi e sta dando commenti interessanti. Nel 2018 abbiamo fatto una buona stagione, metterei la firma sul migliorare ulteriormente.

Terzo miglior tempo di giornata portato a casa da Jack Miller. Per il pilota Alma Pramac Racing il tempo di 1:59.517, affermandosi come miglior Ducati in pista.

La Ducati di Andrea Dovizioso segna (al diciannovesimo giro) un tempo di 1:59.562, che per quasi l’intera durata dei test sembrava dovesse essere tenuto d’occhio. Pochi minuti prima della bandiera a scacchi, Dovizioso si posiziona quarto mentre l’altro pilota del team Mission Winnow Ducati, Danilo Petrucci, entra nella top ten e si posiziona nono.

Quinto tempo per Cal Crutchlow, al rientro dopo il brutto incidente di Philip Island del 26 ottobre. Nuova moto a disposizione per lui. Il piede destro non è ancora in perfette condizioni, ma segna un ottimo tempo, con 4 millesimi di vantaggio su Rossi, che con un giro in 1:59.625 è sesto in questa seconda giornata.

Per il Team Repsol Honda anche oggi giornata particolare. Bradl (che sostituisce un Lorenzo impegnato nell’attività di riabilitazione dopo la frattura allo scafoide della mano sinistra) non scende sotto i 2 minuti. Marquez invece dopo 37 giri e un tempo di 1:59.790, si posiziona ottavo e dà appuntamento a domani, quando si svolgerà la terza ed ultima sessione di test. Il pilota ha dichiarato: “Ho iniziato abbastanza bene, mi sentivo meglio di ieri, poi dopo i primi giri, la spalla sinistra ha iniziato a farmi male.” Ancora problemi per il campione del mondo in carica. Il Dott. Michele Zasa rassicura: “Marquez sarà ok per il primo Gran Premio di Qatar, ma dovrà lavorare davvero tanto.”

Francesco Bagnaia (sulla Ducati GP18) si riconferma miglior rookie della giornata. Il pilota Torinese precede anche le moto dell’Aprilia Racing Team Gresini di Espargaro e Iannone, rispettivamente tredicesimo e diciottesimo. Massimo Rivola, nuovo Amministratore delegato e Direttore sportivo Aprilia Racing, decide di esprimersi a favore di Iannone, affermando che al pilota serve ancora un minimo di tempo per entrare in confidenza con la moto.

Nicole Facelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.