Dopo le presentazioni dei team ufficiali di Ducati e Honda, è tempo anche per Yamaha di svelare le proprie armi. È stata infatti lanciata questa mattina a Kuala Lumpur (Malesia), nello scenario delle Petronas Towers, la nuova Yamaha M1 del team SIC Petronas, la squadra satellite della Yamaha (alla prima avventura in MotoGP) che ha preso il posto del team francese Tech3. La Yamaha MotoGP del nuovo team Petronas SRT sarà affidata alla coppia formata dall'italiano Franco Morbidelli e dal francese Fabio Quartararo.

Dopo le presentazioni dei team ufficiali di Ducati e Honda, è tempo anche per Yamaha di svelare le proprie armi. È stata infatti lanciata questa mattina a Kuala Lumpur (Malesia), nello scenario delle Petronas Towers, la nuova Yamaha M1 del team SIC Petronas, la squadra satellite della Yamaha (alla prima avventura in MotoGP) che ha preso il posto del team francese Tech3. La Yamaha MotoGP del nuovo team Petronas SRT sarà affidata alla coppia formata dall’italiano Franco Morbidelli e dal francese Fabio Quartararo.

Squadra giovane, ma ambiziosa, che si affianca alle scuderie già supportate dalla Petronas: in Moto2 con il malese Khairul Idham Pawi e in Moto3 con la coppia composta dal britannico John McPhee e il giapponese Ayumu Sasaki. Schieramenti presenti al completo, con le rispettive moto, sul palco della presentazione.

Il team principal Razlan Razali spiega il fascino e le difficoltà della nuova sfida al piano superiore: “Avere e gestire una squadra in MotoGP è completamente diverso dalla Moto3 e Moto2. Abbiamo il supporto basilare di Petronas e del Sepang International Circuit, appoggio di cui siamo orgogliosi, e una coppia di piloti giovani e di prospettiva, in cui crediamo molto. Siamo ambiziosi e puntiamo a crescere, far bene ed essere competitivi fin dall’inizio”. Dello stesso avviso il team manager Wilco Zeelenberg: “M1, la sigla della nostra moto, significa Mission One, che è quella di realizzare un sogno: costruire una grande moto e un grande team”.

Pronto alla nuova sfida anche Franco Morbidelli, deciso a ritagliarsi un ruolo da protagonista dopo un 2018 trascorso nelle vesti di apprendista: “Essere qui è speciale, quasi una benedizione, voglio ottenere grandi risultati e fare felici sponsor, team e tifosi cercando di fare il massimo. Devo ringraziare tutti per questa grande opportunità, sono eccitato ed entusiasta e voglio fare tutto quanto è nelle mie possibilità per rendere questa squadra che ha creduto in me orgogliosa della scelta”. Franco ha ottenuto quello che Zarco e il team Tech3 sognavano da tempo, ovvero la M1 ufficiale affidata a un team satellite con tanto di Ramon Forcada come capotecnico. Un occasione importante, che l’italiano dovrà cercare di sfruttare al meglio.

Al debutto nella classe regina arriva Fabio Quartararo, pronto a confermare il talento messo in mostra negli anni precedenti: “Sono giovane, ma non ci penso, voglio solo imparare e ottenere il massimo dalla moto, ripagando la fiducia della squadra. Non vedo l’ora di vedere come andrà questa M1 in pista”. E l’attesa non sarà troppo lunga, visto che il primo appuntamento scatterà il 6 Febbraio proprio sul tracciato malese di Sepang, in occasione della prima sessione di test pre-stagionali.

Andrea Pinna

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.