Ancora un dominio firmato Marino Sato e Motopark nella prima manche di Euroformula Open andata in scena al Red Bull Ring. Il pilota giapponese ha infatti colto il settimo successo stagionale dopo essere scattato dalla pole, regolando sul traguardo Jack Doohan e Lukas Dunner. Un’ennesima dimostrazione di forza da parte del leader della classifica, il quale ha gestito senza particolari difficoltà una gara ad eliminazione, caratterizzata da diversi contatti e dalla collisione che nel finale ha eliminato dalla contesa anche Billy Monger.




La cronaca. Allo spegnimento dei semafori Hanses anticipa clamorosamente il via, involandosi in testa al gruppo davanti a Sato. Alle spalle del duo di testa si registrano subito scintille alla prima curva, con Monger che tocca Hahn ed il gruppo che si apre a ventaglio nella salita che conduce alla seconda staccata: qui Doohan finisce per toccare il compagno di squadra Lundqvist spedendolo in testacoda, con la carambola che coinvolge anche il sopraggiungente Chovet il quale rompe una sospensione nel tentativo di attaccare Gonzalez.

Mentre le vetture danneggiate rientrano ai box, la Direzione Gara spedisce in pista la Safety Car, per consentire la rimozione della monoposto di Chovet rimasta ferma nella via di fuga al tornantino. Dopo un solo giro però la gara torna nel vivo, con solo dieci superstiti guidati da Hanses davanti a Sato, Williams, Doohan e Dunner. Il tedesco del team Motopark è costretto dopo un paio di tornate ad effettuare il drive-through per partenza anticipata, consentendo così a Sato di prendere il comando davanti a Doohan e Danner, entrambi capaci di avere la meglio nei confronti di Williams.

Gonzalez si rende autore di una bella rimonta dal fondo risalendo in sesta piazza alle spalle di Monger e davanti a Festante. L’inglese del team Carlin prova a spingere realizzando il giro veloce, mentre davanti Doohan sembra non voler mollare il leader Sato cercando di prenderne la scia. Mentre Lundqvist scavalca Festante, Monger deve dire addio ai propri sogni di gloria compiendo un’escursione nel settore centrale che lo vede scivolare nelle retrovie.

Lundqvist prosegue la propria risalita avendo la meglio anche nei confronti di Gonzalez, con la battaglia per la testa che nel frattempo si accende, visto il gap ormai inferiore al secondo tra Sato e Doohan. Dunner si vede infliggere 3″ di penalità da aggiungere al suo tempo di gara, avendo ripetutamente oltrepassato i limiti della pista.

Nelle battute finali Festante, alle prese con un evidente graining, è chiamato a difendersi dagli attacchi di Hanses e Monger: il tedesco tenta l’attacco all’esterno del tornantino, ma tra i due si verifica un lieve contatto che finisce per coinvolgere l’incolpevole Monger, il quale rompe una sospensione ed è costretto al ritiro.

Sato transita per primo sotto la bandiera a scacchi, andando a conquistare il settimo successo stagionale davanti a Jack Doohan che conquista il trionfo tra i rookie. A completare il podio Dunner, quindi Williams, Lundqvist, Gonzalez, Hanses e Festante, con Das a chiudere il gruppo.

Domani il via di gara-2 è previsto alle ore 13:30, con le qualifiche che determineranno lo schieramento di partenza a partire dalle 8:15.

Marco Privitera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.