Michele Pirro è tornato! E' stato lui stesso a gridarlo da dentro il casco appena arrivato al parco chiuso, che studia tutta la gara un ottimo Lorenzo Zanetti e lo passa alla Quercia nel corso del penultimo giro; sul podio con loro Roberto Tamburini. Con questa vittoria Michele torna leader del campionato con tre punti di vantaggio su Matteo Ferrari, sesto oggi, e sei su Lorenzo Zanetti.

 

Lorenzo Zanetti scatta meglio di tutti e si mette subito in prima posizione seguito da Michele Pirro e Axel Bassani, con Matteo Ferrari che parte molto bene dalla terza fila ed incalza il giovanissimo pilota della BMW.

All’inizio del secondo giro Matteo Ferrari perde due posizioni in due curve ai danni di Riccardo Russo e Luca Vitali, con anche Roberto Tamburini a passare il pilota bresciano prima della fine del giro.

Lorenzo Zanetti e Michele Pirro cominciano a scavare il vuoto, con Russo che si stacca dal terzetto BMW composto da Axel Bassani, Luca Vitali e Roberto Tamburini.

E’ proprio il terzetto di BMW a movimentare questo primo terzo di gara, con i piloti della casa di Monaco che si aprono a ventaglio ad ogni staccata e con Matteo Ferrari che non riesce a sfruttare la battaglia per avvicinarsi, lotta che porta Roberto Tamburini a passare Axell Bassani al Tramonto per mettersi a caccia di Luca Vitali, mentre una caduta toglie dalla zona punti Matteo Baiocco.

A metà gara Michele Pirro si riavvicina a otto decimi da Lorenzo Zanetti, con Luca Vitali che ha ormai raggiunto Riccardo Russo, ingaggiando fin da subito una battaglia che li porta a incrociare le linee in più di una occasione; più dietro Matteo Ferrari passa Axel Bassani per la sesta posizione recuperando punti preziosi per il campionato.

Michele Pirro è ormai attaccato a Lorenzo Zanetti mentre Luca Vitali attacca e passa la Ducati di Riccardo Russo, che dopo poco viene passato anche da Roberto Tamburini, che ora attacca Luca Vitali.

Tre giri alla fine: Lorenzo Zanetti riprende qualche decimo di sicurezza su Michele Pirro, Roberto Tamburini attacca Luca Vitali alla Quercia portandosi in terza posizione, con Riccardo Russo che resta vicino alla coppia BMW, ma senza riuscire ad attaccarli.

Attacco di Michele Pirro alla Quercia con una staccata profondissima, che passa Lorenzo Zanetti per la prima posizione iniziando l’ultimo giro con un paio di decimi di vantaggio, troppo pochi per stare tranquillo, ultimo attacco al Carro senza riuscire a passare il pilota della Polizia di Stato.

Vince Michele Pirro con una prova di forza importante su un Lorenzo Zanetti che si è dovuto arrendere solo nel finale, chiude il podio Roberto Tamburini staccato però di oltre sette secondi vincendo la battaglia in casa BMW con Luca Vitali, quinta posizione per Riccardo Russo, sesta posizione anche oggi per Matteo Ferrari, dietro di lui Christian Gamarino che passa nel finale Alessandro Andreozzi. Chiudono la top 10 Axel Bassani e Samuele Cavalieri.

Al Mugello, per i prossimi due round, si arriverà con Michele Pirro leader del campionato con 145 punti, tre in più di Matteo Ferrari e sei in più di Lorenzo Zanetti, con il circuito toscano che sarà sicuramente teatro di un’altra gran battaglia.

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.